GS Le Panche Castelquarto

Associazione Sportiva Dilettantistica

TORINO la mezza che vale

Abbiate pazienza: c'è parecchio da leggere!



Diciamolo subito: questa volta non saremo brevi. C'è così tanto da raccontare sulla trasferta di Torino (16/18 novembre 2018) che non può essere liquidato in poche righe.

L'occasione della gita era il campionato nazionale UISP di mezza maratona nonchè (diciamo tutta la verità) la fiera "Cioccolatò", un centinaio di stand di dolcezze posizionati nel centro di Torino e neanche tanto lontano dal nostro albergo.

Che la gita sarebbe stata un successo si è visto già prima di partire. A mano a mano che ci avvicinavamo alla data fatidica veniva fuori sempre di più la perfetta organizzazione gestita da Beppe, Cinzia e Gianluca che non tralasciavano di tenerci costantemente informati sulla gara, le cose da vedere e quelle da fare. Così la mattina di venerdì ci siamo presentati in via Aselli vestiti "pesi" (viste le previsioni del tempo a Torino), tipo Totò e Beppino nella "Malafemmina". Ai panchisti si sono aggiunti un simpatico gruppo della "Fontanina", Rossana e Paolo Raspanti del CRAL Inps che già hanno partecipato a varie gite con noi e Piero Demi dell'Isolotto anche lui compagno di gite da diverso tempo avvantaggiato dal fatto di essere compagno di vita di una panchista.

Il viaggio è stato senza problemi, eccetto qualche coda in autostrada con arrivo nel primo pomeriggio all'albergo (carino perchè un po' vecchio stile). E' importante aggiungere che, oltre al pulman, c'era anche il pulmino su cui viaggiavano le coppie Calonaci/Silori e Lippi/Piccioli con i rispettivi cani.

Il pomeriggio di venerdì e la mattina di sabato hanno visto lo sparpagliamento del gruppo tra visite al museo del cinema, alla fiera della cioccolata, a chiese, palazzi, passeggiate per la città, insomma tutte le bellezze offerte da Torino. Qualcuno ha fatto un riposino mentre gli atleti seri si sono dedicati ad un ritocchino di forma che, come si vedrà, si è rivelato positivo. Tutto questo senza trascurare colazione, pranzo e cena (nonchè aperitivi vari), tappe fondamentali nella vita dell'essere umano.Il pomeriggio del sabato è stato dedicato alla gran cultura, cioè la visita al Museo Egizio (con guida). Bello, interessante, forse un po' stancante anche a causa dell'affollamento.

Eccoci quindi alla mattina della gara: tante persone, una bella atmosfera e...meno freddo di quanto previsto. la mezza maratona partiva alle ore 10, la non competitiva di 10 KM un quarto d'ora dopo, entrambe dal Castello nel parco del Valentino. Buona parte del percorso era nel parco (la mezza era composta da due giri) non facile perchè non pianeggiante con terreno accidentato e ricoperto di foglie scivolose. Ciò nonostante e considerando anche che hanno partecipato circa 900 persone, i risultati sono stati ottimi soprattutto per la parte femminile: Alessandra 2a , Claudia 1a, Daniela 3a, Eleonora 2a e Stefania 3a nelle rispettive categorie. Per gli uomini bisogna citare PIno Vurro, 9° di categoria, sotto 1h30', nostro primo arrivato. La classifica completa è nell'apposita sezione del sito. Ovviamente l'applauso va a tutti quelli che sono partiti (tutti arrivati !) senza dimenticare quelli che hanno corso la non competitiva. Peccato che Simone, Cinzia e Saverio non abbiano potuto correre altrimenti qualcosa di più sarebbe arrivato.

Come al solito, tifo ottimo ed abbondante; oltre al campanaccio di Silvia, alle foto di Vittorio ed a tutta la claque, c'era anche la Jo che ha incitato gli atleti dialogando con la Cinzia in linguaggio canino.

L'unica cosa che  ci è dispiaciuta è stato il non poter applaudire le nostre atlete sul podio. Infatti le premiazioni sono andate per le lunghe ed il ristorante ci aspettava. Sappiamo che le ragazze sono arrivate al 3° posto nella classifica femminile, mentre la squadra ha conquistato il 6° posto nella classifica dei gruppi provenienti da fuori regione. Purtroppo per un punto abbiamo mancato la classifica a partecipanti: sei erano le squadre premiate e noi siamo arrivati settimi per meno uno. In entrambi i casi il premio è stato lo stesso: un ferro da stiro (!?).

La giornata si è conclusa degnamente al ristorante (molto buono, ottima scelta grazie a Paolo Simoncini) con cucina e vini (soprattutto !) tipicamente piemontesi che sono stati apprezzati da tutti visto che non c'era più il pensiero della gara ed eravamo a regime di "abbuffamento libero". Regime che ha dato i suoi frutti durante il viaggio di ritorno quando per circa un'ora l'unico rumore che si sentiva era quello di un respiro regolare intramezzato da qualche "russata".

In conclusione: bene, benissimo, quindi , grazie

  1. agli organizzatori Beppe, Cinzia e GIanluca
  2. agli atleti (soprattutto alle donne)
  3. agli accompagnatori tutti con una nota particolare per la piccola, bellissima e buonissima Serena che aspettiamo alle gare tra qualche anno dove sicuramente trionferà. La genetica è una scienza esatta e lei è messa molto bene.. da parte femminile
  4. all'autista Claudio che ci ha sopportato e supportato
  5. e infine a chi ha avuto la pazienza di leggere tutto.

Classifica

Foto varie

Foto giorno della gara





 vai a Notizie

Cerca



Calendario

Dicembre 2018
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do